SHOBHA

2019 Hampi Karnataka India con Shobha: workshop a cinque stelle - Evolve Back in Hampi - Evolvere dalla magnificenza del passato dal 24 al 30 marzo 2019

2019_hampi_workshop_Shobha.png

Hampi è stata dichiarata nel 1986 dall’UNESCO Patrimonio mondiale dell’Umanità

Il New York Times elenca Hampi, come la seconda destinazione del mondo da non perdere per il 2019

Cari amici di Mother India School,
in questo nuovo anno 2019, vi proponiamo un workshop a cinque stelle, in uno dei luoghi più incantevoli e mistici dell’India del Sud.
Con Shobha farete “esperienza” di cosa fa bene alla mente, al corpo, allo spirito e all’anima, usando il linguaggio delle immagini, del guardare, del viaggiare, del cibarsi, camminare, immaginare, amare. La fotografia diventa tutto questo perché non c’è separazione tra chi guarda e chi è osservato, attraverso alcune tecniche, ci avvicineremo al mondo del fare anima.
Questo workshop è rivolto a coloro che non hanno mai smesso di ricercare la bellezza attraverso il loro linguaggio.

Hampi, Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO è situata nella parte settentrionale dello stato del Karnataka, sulle rive del fiume Tungabhadra, una terra intrisa di divinità, dee ed eroi, capitale del glorioso impero di Vijanagar.
“Molti furono i viaggiatori che la descrissero come una bellezza “tale che la pupilla di nessun occhio poteva aver visto qualcosa di simile al mondo”, capace di lasciare l’uomo stupefatto, incantato, quasi a credere che davvero tanta bellezza possa essere stata solo opera divina”.

Guarda il video che racconta dove sceglierai di andare


“In seguito alle varie esperienze fatte con gli amici che arrivano dal mondo occidentale per partecipare ai nostri workshop in India, ci siamo rese conto che, occorrono alcuni giorni prima di disintossicare gli occhi e lo sguardo, per tale ragione proponiamo un gruppo di lavoro che possa iniziare proprio dal rilasciare le tensioni per ritrovare il piacere di vivere attraverso il Rituale e la bellezza.

Un’esperienza che guarda un’altra India, fuori dall’immagine collettiva che l’India è solo povertà…

Vivremo una settimana nel Resort più bello dell’Asia, a 4km da Hampi, capitale del glorioso impero di Vijanagar.
EVOLVE BACK Kamalapura Palace, è una struttura reale, ogni cosa che offre è una cura per il corpo e per l’anima, quell’anima regale che va cercata nella memoria attraverso il nostro presente. Sia il Resort che il villaggio di Hampi sono nati da rituali sacri: narrano racconti, memorie di regni, di dee, di eroi, di miti, di alchimie, di magia, di erotismo.

Il Palace con le sue suite regali che si affacciano all’ombra di templi e di alberi secolari, tra piscine e giardini regali, dispongono di tutte le comodità a Cinque stelle: jacuzzi profumate con oli essenziali e petali di rose, trattamenti ayurvedici, ospitalità eccelsa, cibo di ottima qualità e tradizione, tutto si fonde tra la bellezza e gentilezza, nel pieno rispetto dell’ambiente.
Dopo i primi giorni di rilassamento e cure del proprio corpo dentro un’atmosfera Sacra, saremo finalmente pronti a riempire i nostri occhi e iniziare il viaggio nel mondo di Hampi, raccontando la sua anima.

Clicca: INFO WORKSHOP

- - -

date: 23-01-2019 18:09

url: permalink

2019 India - Workshop intensive individuale con Shobha a Goa e Gokarna - 7 giorni Febbraio-marzo

2019_ws_individuale_india_sito.jpg51294624_226225264995890_86126365006364672_n.jpg

“I miei workshop sono indirizzati a chi sente la necessità di nutrirsi, aprirsi e donarsi alla bellezza, sviluppando il fare anima.
Guardati semplicemente intorno, guarda negli occhi di un bambino oppure senti semplicemente un albero, un fiume, un luogo, ciò che vediamo non sono semplicemente forme ma sono immagini che vengono dall’invisibile, in un’immagine racconteremo il visibile e l’invisibile che amano svelarsi come sensazioni, come gioia, come amore.
Questa esperienza da fare insieme, potrà essere archiviata in un diario, catturato con dei video o rappresentata attraverso immagini fotografiche, questa è la via del co-creare e del fare anima. 
L’anima vuole essere nutrita di sensazioni, di immagini, è questo il suo scopo, l’anima vuole sentire se stessa nel tutto, attraverso il corpo, le sue sensazioni, attraverso uno sguardo evocativo.
In questa workshop individuale il mio ruolo sarà indicarti come imparare a connetterti con il tuo lato invisibile, poetico e narrativo.

Vieni in India a fare un’esperienza con me, ti prenderò per mano e ti mostrerò quanta bellezza è celata nel dio delle piccole cose, nei suoi rituali quotidiani di Gokarna e nella natura lussureggiante di Goa.

Nell’atto di guardare c’è anche l’atto di co-creare in quell’atto non sei più un piccolo uomo ma quando ti avvicini alla vita con uno sguardo aperto, innamorato la vita t’inonda.

Ci saranno dei momenti che staremo solo ad osservare per nutrire il nostro sguardo di luce e bellezza.
Ci saranno momenti in cui sentirai l’emozione nel cuore e forse dovrai sciogliere qualche lacrima di contentezza e compassione e se accadrà tutto questo le tue foto saranno miracoli".

I FEEL YOU
I SEE YOU
I LOVE YOU
Shobha

Ti aspettiamo!


Il workshop individuale con Shobha a Goa e Gokarna è aperto a tutti, fotografi e amanti della fotografia, Shobha vi accompagnerà in questo viaggio alla scoperta di questi luoghi.
Gli ultimi giorni saranno dedicati all’editing delle foto. Fotografia e non solo... qui potrai ritrovare relax, buon cibo, bagni di luce, bagni di mare, trattamenti ayurvedici, silenzi e tanta natura.


Workshop individuale (durata 7 giorni)
Costo: 1.800,00 euro

Workshop per due persone (durata 7 giorni)
Costo: 1.400,00 euro a persona

Entrambi le opzioni includono:
- Transfer A/R dall'aeroporto di Goa alla vostra guest house
- Spostamenti a Goa con Shobha
- N°3 pernottamenti con prima colazione a Goa in Guest House sulla spiaggia in caso di workshop per due persone pernottamento in stanza doppia
- N° 3 pernottamenti a Gokarna
- Treno A/R per Goa - Gokarna
- Organizzazione e assistenza per l’intera durata del workshop

Non include:
- Tutti gli extra e tutto ciò che non è specificato alla voce “Il costo del viaggio include”

Gli interessati dovranno compilare il modulo d’iscrizione che v’invieremo via mail.
Al momento dell’iscrizione, vi saranno fornite tutte le informazioni per il vostro viaggio e soggiorno in India.
Nel caso si volesse prolungare o anticipare il proprio soggiorno a Goa o a Gokarna, noi saremo a disposizione per l’organizzazione.

Per iscriversi al workshop è necessario versare con bonifico la metà della quota d’iscrizione.
Il saldo sarà effettuato tramite secondo bonifico 15 giorni prima della vostra partenza.
In caso di vostra disdetta, l’acconto versato al momento dell’iscrizione non sarà restituito.

Shobha: www.shobha.it

Per informazioni sul programma e prenotazioni:
www.motherindiaschool.it
Soraya Gullifa:+39.3881798681 whatsapp
sorayamotherindia@gmail.com
















- - -

date: 10-01-2019 15:32

tags: workshop, shobha, india, viaggi, motherindiaschool,

url: permalink

TRANSMONGOLICA DREAM 2019

03-11-2018 19:52

tags: transmongolica, travel, shobha, motherindiaschool, viaggio,

url: permalink

Schermata_2018_11_03_alle_18.44.28.png

DA MOSCA A PECHINO ATTRAVERSO LA MONGOLIA SULLA LINEA FERROVIARIA PIU’ FAMOSA DEL MONDO:
LA TRANSMONGOLICA


La linea Transmongolica è una tratta ferroviaria che collega Mosca con la Cina, attraversando la Mongolia, passando per Irkutsk, Ulan Ude, Ulan Bator e arrivando a Pechino. La Transmongolica inizia da qui, oltre 9 mila chilometri che accompagnano viandanti e viaggiatori ad attraversare la Russia che diventa Asia.
Prepariamo la valigia e mettiamo dentro qualcosa di nuovo, di comodo e creativo, forse anche un costume… Ogni cosa che porteremo sarà scelta con cura, come i libri e i nostri strumenti di racconto. Prendersi un nuovo tempo per lasciarsi assorbire dalle immagini, dagli incontri, dagli elementi, dalle emozioni e dal silenzio, per ritornare a sentire codici e simboli antichi che abbiamo dimenticato. Non saremo noi a cercare le immagini, ma saranno le immagini a trovare noi. Faremo un’esperienza diretta con la gente, con i luoghi, le atmosfere, la natura, non da turisti ma da immaginalisti.
E’ il sogno di ogni vero viaggiatore, è il viaggio che fa superare i propri limiti, conoscere le culture, così diverse eppure così vicine, attraversa 2 continenti, 3 stati, 6 fusi orari, supera i 7865 kilometri… “È questo l’aspetto coinvolgente del viaggio via terra, l’essere mescolati alla gente del luogo e sentirsi parte di essa entrando nel paese di notte, attraverso un remoto confine nel deserto, su un vecchio treno”. Cit. M.Buffa

Fotografia e non solo…

Il viaggio è aperto a tutti. Siamo felici di accogliere qualsiasi forma artistica per realizzare un progetto comune. Il gruppo ha bisogno di poeti, curiosi, viaggiatori, amanti della vita, creatori, ricercatori, scrittori, illustratori, pittori, antropologi, musicisti, narratori, video- maker, fotografi e chiunque voglia condividere con noi questa meravigliosa esperienza. Shobha, Soraya e Giulia vi aspettano per condividere insieme questi meravigliosi scenari. Visiteremo il Lago Baikal, il più profondo del mondo, attraverseremo la Siberia con i suoi misteri e luoghi sciamanici, entreremo in contatto con le popolazioni locali, dormiremo nelle ger (le tradizionali tende mongole), costeggeremo il deserto del Gobi e la grande muraglia cinese, finendo la nostra avventura nella capitale cinese.

GUARDA IL PROGRAMMA DEL VIAGGIO!

TRANSMONGOLICA DREAM 2019

03-11-2018 19:46

url: permalink

SHOBHA, LO SGUARDO CHE ARRIVA DALL'ANIMA

Schermata_2018_10_15_alle_16.44.06.png

SHOBHA, LO SGUARDO CHE ARRIVA DALL'ANIMA

E' passato qualche giorno da quella mattina di fine agosto, le parole di Shobha risuonano ancora nelle mie orecchie, passano per i miei occhi e arrivano dritte al cuore per vie sconosciute e nuove. Più che un'intervista è un monologo, fatto di parole e immagini, di pensieri e vita, di sensazioni ed emozioni, attraverso le quali Shobha ci prende per mano e ci porta nel suo mondo.
Grazie Shobha per il tuo lavoro illuminante e grazie per la bellezza del tuo sguardo che arriva dritta all'anima. Grazie per averci concesso quest'intervista, è un grande onore averti qui con noi. Che cosa rappresenta per te la fotografia e che cosa ti ha insegnato?
Non è una domanda semplice e quindi non è una risposta facile perché la fotografia non è separata da me. Qualsiasi cosa che io faccio per esprimermi è parte di me. La fotografia è un mezzo, è un canale, dove io posso esprimere chi sono realmente ed è un modo anche per conoscere me stessa, per vedermi; è come se la fotografia fosse un mezzo per comunicare con la terza dimensione, di cui io spesso parlo, che è la dimensione dell'inconscio. Dove non c'è programma, dove niente è bello e niente è brutto, dove tutto è senza giudizio, dove insomma c'è un grande spazio incontaminato. Io cerco con la fotografia di arrivare in questo spazio. Attraverso un mezzo fatto di numeri e pixel io esprimo una parte di me che il mio corpo non può contenere: la mia anima. Ecco, la fotografia è il linguaggio che contiene la mia anima. Non sto parlando della fotografia di reportage in cui io racconto le donne per dare loro dignità. Quella è un dono, un contributo alla terra, un atto d'amore: una vita dedicata a portare fuori le storie che hanno bisogno di luce, perché non puoi lasciarle nell'ombra, altrimenti muoiono. La fotografia di cui ti sto parlando e che è sempre più vicina a me e che mi permette di volare e mi libera è quella legata al mio pensiero e alla mia crescita personale, alla ricerca della vita e dei perché. Lasciami dire che è meraviglioso perché attraverso questi piccoli mezzi tecnici, attraverso simboli, linee, movimenti tu buchi l'immagine e vai oltre e arrivi all'infinito. Ecco, io arrivo all'infinito, è una grande soddisfazione che azzera tutto. Questa è la mia esperienza.
E ancora di più...
La fotografia è un percorso di guarigione. E' lo spazio dove puoi scavare ad oltranza e arrivare alla libertà. La fotografia, l'arte e la poesia possono cambiare il mondo, la sua frequenza. Viviamo in un mondo violentissimo e orribile. C'è solo una regola etica che bisogna portare avanti ed è la consapevolezza di quello che stai creando perché una foto può distruggere e una foto può portarti in frequenze più alte. . L'immagine è potente, una fotografia quando la guardi può arrivare dritta al cuore e commuoverti, farti innamorare, oppure può farti arrabbiare. E' un linguaggio potente, molto più forte delle parole quindi bisogna sempre essere consapevoli dove si dirige la propria energia. La fotografia ti fa attraversare tutto. E' come essere in analisi. In questo senso è uno strumento di crescita e di guarigione. Quando lavoro con i miei studenti durante i miei workshop (il prossimo che ho in programma alla Triennale di Milano e' dedicato a meditazione e fotografia) cerco di indicare un nuovo punto di vista: non sei tu che vai alla luce ma sei tu che diventi la luce e che vedi il mondo con la luce. La fotografia la crei tu con un punto di vista diverso. E' tempo che l'essere umano faccia un salto quantico. Questo pianeta ha bisogno di persone più sagge che non facciano solo belle foto ma che cambino la frequenza del mondo attraverso immagini più profonde. Immagini che raccontano di ciò che abbiamo bisogno su questa terra. Per capirci se tu fotografi un bambino, non puoi fare il bambino di Pitti Immagine ma fotografi il mistero del bambino. Ecco perché i fotografi e le persone come me, devono, possono indicare con il dito dove sta la luna…Durante i miei corsi cerco di trasmettere la mia gioia e la mia allegria, la mia dedizione, la mia gratitudine per ogni scatto che faccio e lascio che le persone inizino un percorso di guarigione dalla nascita ad oggi. Attraverso la fotografia sei tu che porti luce nel buio.
Chiedo a Shobha se pensa che le persone disabili con cui lei ha lavorato, usando la fotografia come strumento di terapia, abbiano hanno uno sguardo più puro...
Lo sguardo puro…ti dico si e no. Quando inizi a lavorare con i ragazzi disabili, ti rendi conto che sono pieni di informazioni. Gli è stato detto, da sempre e continuamente, quello che possono o non possono fare. Devi quindi fargli sentire che tu rompi tutte le regole, che sei ribelle. Io dico loro, oggi tu puoi fare tutto quello che senti, io ti do l'ok, rompiamo tutte le regole, vediamo cosa c'è dietro a queste regole.
Ti do un nuovo spazio...
Si! Proprio così. Non è la purezza ma un nuovo spazio dove loro sono liberi. Quindi c'è il pianto, c'è il riso, c'è la festa, c'è l'amore. Tu li accogli così come sono. Non gli dai regole per dieci minuti, poi un'ora, e così via…in quel tempo loro iniziano ad avere un rapporto con te di fiducia, energetico, di gioco che è quello che devo avere io, noi tutti, quando viviamo la nostra vita: di gioco, di osservazione, di consapevolezza. Questa è la cosa più importante: gli hai fatto vedere qualche cosa di nuovo che possono portare con loro. Se tu potessi sentire i video finali di ringraziamento ti emozioneresti. Dicono cose meravigliose di me ma in fondo parlano di loro stessi: "grazie a Shobha, non la scorderò
la vita è colma di molte fini e di nuovi inizi.
MUMBAI NIGHT-
PH SHOBHA
INTERVISTA DI LAURA DI TRAPANI A SHOBHA

- - -

date: 16-10-2018 09:08

url: permalink

«La fotografia è luce»

Foto_sh.jpg

LEGGI L'INTERVISTA

- - -

date: 10-10-2018 15:55

url: permalink

workshop

shobha.jpg

LEGGI L'ARTICOLO

- - -

date: 04-10-2018 15:33

url: permalink

WORKSHOP

shobha.jpg

LEGGI L'ARTICOLO

- - -

date: 04-10-2018 15:27

url: permalink

SHOBHA IN POLONIA

shobha.png

LEGGI L'ARTICOLO

- - -

date: 04-10-2018 15:23

url: permalink

SHOBHA di Alessandro Cartosio

GUARDA IL VIDEO

- - -

date: 03-10-2018 19:01

url: permalink

CORIGLIANO CALABRO

shobha

LEGGI L'ARTICOLO

- - -

date: 03-10-2018 18:55

url: permalink

search

pages

loading