SHOBHA

2018 WORKSHOP INDIVIDUALE

sito_MG_0940_copia.jpg

Il paradosso dell'arte

Fin dai tempi più antichi il filo d'oro è il simbolo di un sapere che nasce dall'esperienza personale e che è libero dai condizionamenti istituzionali.
E' un filo perché rappresenta la continuità di un'esperienza sempre antica e sempre nuova, ed è esile perché in ogni generazione questa consapevolezza viene mantenuta da una minoranza di individui. Questo filo è d'oro perché è immortale.
Rimane sempre, anche nei periodi più caotici e oscuri, a volte più apparente, a volte più nascosto.

“Tradizione è una parola che deriva dal latino, l'equivalente indiano è Parampara, ma sia nell'uno che nell'altro caso, non ha mai indicato una dimensione statica. Tradizione significa “tramandare”, e Parampara indica il fluire da una persona all'altra, questo flusso non può mai essere un'entità immobile, non può essere rinchiuso in una forma limitata, una tradizione può sopravvivere solo se c'è allo stesso tempo una continuità e un cambiamento. Deve fluire secondo una certa direzione che è predeterminata, ma continua anche a fluire generando cambiamenti.

Oggi, nel mondo moderno, noi non riconosciamo a pieno la relazione che c'è fra lo studio e l'esperienza personale. Ci basiamo solo sull'intelletto e crediamo che la ricerca e gli studi siano cose che riguardano solamente la dimensione intellettuale.
Ma, io credo che all'origine ci debba essere un'intuizione che proviene da un livello irrazionale o se si vuole dal lato destro del cervello, che ha comunque radici che non sono razionali.
Tutti gli aspetti accademici sono necessari e bisogna conoscerli. Ma una volta che si sono sviluppate certe capacità intellettuali dobbiamo dimenticarle. Si deve usare l'intelletto come un ponte che poi dev'essere distrutto se si vuole arrivare a un risultato reale.

Nei Rig Veda si dice: “La verità è una ma si esprime in molti modi”. In India abbiamo 64 arti e tutte le attività che implicano un'abilità dal cucinare, alla poesia e così via, sono un'arte. Tutte le arti dell'India si sono sviluppate sulla base di questa visione dell'universo.

Che cosa costituisce l'arte? Che differenza c'è fra l'arte e la meditazione, o la contemplazione?
O la ricerca di svuotarsi di se stessi?
La principale condizione necessaria per l'arte, non è forse la capacità di trascendersi? Di trascendere il piccolo io? Perché non ci può essere arte se c'è un io e allo stesso tempo non ci può essere nessun'arte se non c'è un io in grado di esprimerla. Ritorniamo ancora una volta al problema dello strumento. Il creatore dev'essere annullato. O deve comunque rendersi conto che non esiste. Perché, se al centro c'è la personalità del creatore, non c'è arte. Ma se non c'è un creatore non ci può essere nessun' arte. Pertanto, penso che tutta l'arte che noi consideriamo tale emerge da questo vuoto che può essere chiamato pieno, è la stessa cosa.
Arriva certamente un momento in cui l'io limitato, l'ego, in riferimento al desiderio di asserire la propria individualità, deve essere trasceso. Questa esperienza è la base di ogni cosiddetta forma di espressione che può riguardare il campo della scienza, della metafisica, dell'arte. L'essenza dell'arte si esprime quando tutto questo scompare per poi ritornare come un dono gratuito, sia per l'artista che per il fruitore dell'arte.
L'arte, in India, non è mai stata separata dagli altri aspetti della vita o delle altre discipline.
Ogni arte è chiaramente distinguibile, una forma autonoma, ma vive solo se è collegata al tutto.
Nasce dalla vita e si sviluppa entro i suoi limiti ma tende all'universale e alla trascendenza.
Il tempo è ciclico e la fine è un ritorno all'inizio.

Se si ascolta una grande sinfonia come la Nona di Beethoven, per esempio, oppure certe composizioni di Vivaldi, da un punto di vista analitico si può parlare di note alte o basse, delle ottave, del contrappunto, dell'armonia, ma alla fine della Nona, specialmente dopo il terzo movimento, ciò che resta è solo un grande senso della meraviglia. Non ci si ricorda nemmeno più che si trattava di Beethoven, rimane solo una specie di eco nella nostra coscienza. Ecco che cos'è la meraviglia. Dostoevskij ha detto che la bellezza salverà il mondo, ma c'è anche il detto inglese per il quale la bellezza è nell'occhio di chi la contempla. Dobbiamo abbandonare l'idea che la bellezza sia un fatto che riguarda solo le forme esteriori. La bellezza offre la sensazione di una perfetta simmetria, anche nel caso in cui dal punto di vista strettamente geometrico esiste un' asimmetria, in essa l'interno e l'esterno, l'orizzontale e il verticale sono complementari. Ciò che esiste a livello macroscopico riflette il microscopico e viceversa. In questi casi, c'è un senso di bellezza. Una bellezza che è contenuta nelle forme ma che allo stesso tempo le trascende.”

Il funambolo
La cultura è la quintessenza della condizione umana, a livello individuale o collettivo, è ciò che resta anche quando tutto è stato perduto.
Avete mai visto sorridere un povero? Come s'illumina il suo volto? Quella è cultura. Avete mai visto una madre che magari non ha e non possiede nulla e che tuttavia riesce a comunicare il senso della bellezza alla figlia che sta crescendo?
La cultura non ha nulla a che fare con il divertimento e il lusso. Perciò, qualsiasi definizione moderna della cultura che affermi che essa è secondaria rispetto allo sviluppo economico, è una perversione.
La cultura è fondamentale, non può essere distinta da tutto ciò che è stato dato all'uomo per raffinare la propria sensibilità e per creare una relazione integrale fra il corpo, la mente e l'anima.


Kapila Vatsyayan

- - -

date: 01-10-2018 18:50

url: permalink

2017 SHOBHA IN POLONIA

shobha.png

LEGGI L'ARTICOLO

- - -

date: 04-10-2018 15:23

url: permalink

2017 FOTO ART FESTIVAL POLONIA

20-06-2017 16:03

url: permalink

19399257_10155387686343972_4389223154478412895_n.jpg19274913_10155387684238972_8178584347496200487_n.jpg

Felice di essere stata invitata in questo bellissimo Festival in Polonia, con un mio progetto su Palermo...
Grazie Shobha
www.fotoartfestival.com

I'm grateful, to have been invited to this beautiful Polish Festival, with my project on Palermo ...
Thank you Shobha

2017 LETIZIA BATTAGLIA E SHOBHA

Letizia_eShobha_Ritratto_Gracia_Rodero.jpg

foto copyright Cristina Garcia Rodero
Clicca sul seguente link per accedere al contenuto:
intervista di David Williams

2017 WORKSHOP- PIENO VUOTO UNO

22-08-2017 10:20

url: permalink

2017_13_15_ottobre_SHOBHA_ENRICO_PRADA_PIENO_VUOTO_UNO_CALCI.jpgprogramma_13_15_calci_image.jpg

CON SHOBHA BARBARA PASQUARIELLO E ENRICO PRADA TRE GIORNI DEDICATI ALL’ARTE DEL VEDERE

Pieno Vuoto Uno è un percorso di trasformazione dello sguardo in compagnia di Shobha ed Enrico Prada.

Un percorso di tre giorni dedicati al risveglio e alla consapevolezza dello sguardo e dell’essere, durante i quali ci impegneremo tutti insieme ad abbandonare il superfluo per ritrovare l’essenziale. Sarà un percorso di trasformazione che parte da noi, dal nostro sguardo ingolfato dai condizionamenti (il Pieno), per arrivare a un nuovo “noi”, a un nuovo sguardo: pulito, leggero, in armonia con le cose (il Vuoto).
Un “noi” e uno sguardo trasformati, in sincronicità con l’universo (l’Uno).

Nella prima giornata del laboratorio interverrà, Barbara Pasquariello, con lei utilizzeremo le fotografie come metafore per narrarsi, per condividere in gruppo la gioia e la bellezza che ci appartiene; uniti in un cerchio che diviene contenitore di connessioni, trasformazione, consapevolezza.
Tutto ciò che vive è dinamico, in evoluzione. È la grande legge della vita: il cambiamento, la trasformazione. Anche lo sguardo trasforma: ogni cosa che guardiamo si trasforma in esperienza, in conoscenza, in relazione con il mondo.
A maggior ragione lo sguardo fotografico, che trasforma l’esperienza in immagine.
Ma per far si che nelle nostre fotografie risuoni la connessione che abbiamo avuto con il mondo, occorre che il nostro sguardo e il nostro pensiero siano liberi dai vincoli (consci e inconsci) che impediscono alla nostra immagine di rispecchiare la nostra anima.
Per questo, nei tre giorni del laboratorio, faremo esercizi di svuotamento della mente e dello sguardo; esercizi di meditazione; camminate e sessioni di scatto consapevole; lettura e editing delle fotografie realizzate. Per trovare, ognuno di noi, la propria voce e il proprio sguardo individuali da far risuonare nel grande coro della co-creazione.


PROGRAMMA DI MOTHER INDIA SCHOOL A CALCI:
3 giorni di workshop, fotografia e tanto altro …

Venerdì 13 ottobre 2017
Museo Nazionale della Certosa di Calci
15.30 - 17.30 LA FOTOGRAFIA: “QUALITA’ INTUITIVA”
Incontro aperto al pubblico con i fotografi Shobha e Enrico Prada, presentazione del loro lavoro e delle attività di Mother India School e introduzione al workshop: “PIENO VUOTO UNO - Laboratorio di esperienza fotografica e creativa”.
16.45 “NATARAJA –LA DANZA DELLA VITA” proiezione del film, alla presenza del regista Filippo Carli.
18.00 – 19.30 INDIA: “RITUALI E GUARIGIONI”
Inaugurazione della Mostra Collettiva fotografica, curata da Enrico Prada.
Un progetto realizzato, da un gruppo di donne fotografe di Mother India School:Barbara Caleo, Rita Carriaggio, Catia Masetti, Barbara Pasquariello, Soraya Gullifa e Shobha.
(La mostra e il Museo chiudono alle 19.30). La mostra rimarrà visitabile fino al 29 ottobre.
Martedì a Sabato: 08h30 – 18h30 | Domenica: 8h30 -12h30)

Sabato 14 ottobre/domenica 15 ottobre
Laboratorio di fotografia, con Shobha, Enrico Prada e Barbara Pasquariello.
Il workshop (a pagamento) è riservato agli iscritti e (offerto da Mother India School) al fotografo/fotografa selezionato tra i nominativi – residenti a Calci – che hanno presentato il loro portfolio.
Il workshop è stato concentrato in questi due giorni per agevolare la partecipazione di chi, durante la settimana, studia o lavora. Appuntamento per gli iscritti: sabato 14 ottobre, alle ore 9.00, davanti al Municipio di Calci.
Da lì ci muoveremo per iniziare insieme esercizi di svuotamento e arricchimento dello sguardo, camminate e sessioni di scatto consapevole, esercizi per imparare a connettersi con ciò che sentiamo e tanto altro ancora.

Lunedì 16 ottobre 2017
Per chi, tra i partecipanti al workshop, volesse approfondire ulteriormente l’esperienza vissuta durante i due giorni di laboratorio, Shobha, Enrico Prada e Mother India School sono ancora a disposizione dei corsisti.

Per informazioni sul programma e prenotazioni:
www.motherindiaschool.it
Soraya Gullifa: 338-1798681 sorayamotherindia@gmail.com
Enrico Prada: 391-3652131 enrico.prada@gmail.com
Responsabile del progetto sul posto: Rita Carriaggio: 335-5359019
A lei potete rivolgervi anche per organizzare il vostro pernottamento in uno dei tanti B&B e agriturismi della zona.

INFORMAZIONI GENERALI E COSTI
Il costo del workshop – 2 giorni (sabato e domenica) 250,00 euro + 10,00 euro quota associativa
Il costo del workshop – 3 giorni (sabato – domenica – lunedì) 350,00 euro + 10,00 euro quota associativa)
NON INCLUDE viaggi, pernottamenti e pasti.


AMMISSIONI:
Per potersi iscrivere al workshop occorre possedere una macchina fotografica digitale e una minima preparazione di base.
- Si consiglia di portare con sé il proprio computer portatile e l’occorrente per la fotografia digitale
- Schede di memoria
- Lettore di memory card per scaricare le immagini.
- Software per la post-produzione digitale
- Hard disk esterno o pen drive capiente
- Ciabatta elettrica

Gli interessati dovranno compilare il modulo d’iscrizione, scaricabile dal sito:www.motherindiaschool.it e portare con sé una selezione di massimo dieci stampe di foto singole o di progetti nel formato che preferite.

Shobha: www.shobha.it
Enrico Prada: www.lavaligiadivangogh.wordpress.com

Per informazioni sul programma e prenotazioni:
www.motherindiaschool.it
Soraya Gullifa: +39 388.1798681 sorayamotherindia@gmail.com
Responsabile al progetto in loco Rita Carriaggio: 335.5359019

2017 PIENO VUOTO UNO - WORKSHOP

19430038_10155415710658972_6583564754512035728_n.jpg19511086_10155415709478972_3430622968814442108_n_1.jpg19429760_10155415712463972_4215628594870129034_n.jpg

Associazione Culture del Mondo
in collaborazione con la
V Edizione di Castelnuovo (Roma)

WORKSHOP DI ESPERIENZA FOTOGRAFICA E CREATIVA
CON SHOBHA E ENRICO PRADA
29 SETTEMBRE - 1 OTTOBRE 2017

Termine iscrizioni: 30 agosto 2017
Info:www.culturedelmondo.org

more: 2017_PIENO_VUOTO_UNO_WORKSHOP.pdf (0.97 MB)

- - -

date: 28-06-2017 12:33

url: permalink

2017 PIENO VUOTO - LEVANZO

08-06-2017 11:04

url: permalink

2017_web_appuntamento_Levanzo_Shobha_EnricoPrada.jpg

Appuntamento Levanzo.
Esperienza creativa, visuale, poetica dedicata a chi fotografa, filma, scrive, dipinge.


Appuntamento Levanzo – ideato da Shobha e Enrico Prada, con l’assistenza di Soraya Gullifa – è il primo degli appuntamenti che “Mother India School - Progetti Itineranti” terrà in giro per l’Italia e per il mondo.
Cos’è Appuntamento Levanzo? Qualcosa di nuovo. Che contiene l’idea di Laboratorio, Officina Creativa, Comunità, Isola di Silenzio e d’Invenzione. Momento di Scoperta e Gioco, Luogo di scambio di idee, storie, immagini e intuizioni.
Appuntamento Levanzo è un viaggio in cerca di parole, luci, colori, storie, immagini. Dove ognuno, con la propria esperienza espressiva, contribuisce alla creazione di un disegno collettivo. Un mosaico composto da tessere fatte con linguaggi diversi che si incontrano: fotografia, video, scrittura, pittura.
Appuntamento Levanzo è un’occasione per riscoprire la luce, il vento, il mare, le storie, il silenzio. Per ritrovare uno spazio personale di tranquillità, pace, serenità e riconnettersi con il proprio spirito creativo. Per guardare, ascoltare, raccontare. Per rigenerarsi e magari scoprire nuovi modi creativi e poetici (per esempio: con il gioco o con il cibo).
Appuntamento Levanzo non ha regole e confini, ma vive della libertà fra linguaggi ed esperienze che si contaminano a vicenda. Come un coro.
Tema di Appuntamento Levanzo sarà: Pieno Vuoto
Enrico Prada

Appuntamento a Levanzo: Durata 4 giorni (3 notti)
Cari amici,
Il 3 settembre: partenza da Palermo, direzione Trapani. (1 ora)
Da Trapani, in autoscafo raggiungeremo l’Isola di Levanzo. (20 minuti)
Gli orari saranno comunicati prima dell’inizio del workshop.
Per chi arriva da fuori, consigliamo voli diretti economici con Ryan air per Trapani (aeroporto Birgi). Dall'aeroporto di Trapani/Birgi troverete Pullman A/R con collegamenti al molo di partenza degli aliscafi.
(ultima fermata).
Da Palermo, ogni ora partono pullman diretti a Trapani al molo di partenza degli aliscafi (ultima fermata).
E’ anche possibile raggiungere Trapani, in maniera autonoma con il proprio mezzo.

INFORMAZIONI GENERALI:
Costo del workshop
€ 550,00 (con quota associativa)
INCLUDE:
- Alloggio a Levanzo per 3 notti con trattamento di mezza pensione (colazione e cena)
- Assistenza per la durata totale del workshop

Il costo del workshop NON INCLUDE:
- Viaggio in pullman A/R Palermo - Trapani
- Viaggio in aliscafo A/R Trapani - Levanzo
- Viaggio e servizio transfer/aeroporto A/R Trapani o Palermo
- Pranzi a sacco, con pane casareccio e prodotti tipici siciliani
- Tutti gli extra e ciò che non è specificato alla voce “Il costo del workshop include”.

Il costo dell’aliscafo da Trapani a Levanzo A/R è 22,10 euro (ad oggi)
Il costo del pullman da Palermo a Trapani A/R è 18,00 euro (ad oggi)


Termine ultimo per l’iscrizione al workshop è il 27 agosto 2017.


Shobha: www.shobha.it
Enrico Prada: La valigia di Van Gogh

Vi aspettiamo!
Un abbraccio a tutti, love da Mother India School - Progetti itineranti

Informazioni e prenotazioni:
Soraya Gullifa: 388.1798681
sorayamotherindia@gmail.com
www.motherindiaschool.it

2017 PALERMO WORKSHOP - LA STRADA TI GUARDA 5-6 AGOSTO

2017_web_workshop_con_shobha.jpg

Palermo è una citta in cui tutto accade, dobbiamo essere noi con la nostra presenza a restituirla al mondo.

IL WORKSHOP: 2 giorni.
1° giorno – nelle prime ore della mattina, lettura portfolio dei partecipanti.
Nel pomeriggio, Shobha vi porterà a fotografare in un luogo di Palermo da lei scelto.
2° giorno - Selezione delle foto.

INFORMAZIONI GENERALI:
Il costo del workshop è di 230,00 euro

Gli interessati dovranno portare con sé una selezione di massimo 5 foto in digitale o stampe di foto singole o di un vostro progetto, nel formato che preferite.

Shobha: www.shobha.it

Info e prenotazioni
sorayamotherindia@gmail.com

www.motherindiaschool.it

- - -

date: 26-06-2017 16:23

url: permalink

2017 PALERMO LABORATORIO INDIVIDUALE - ESPERIENZA FOTOGRAFICA CON SHOBHA

13-04-2017 15:38

url: permalink

2017_ws_ind_pa.jpg

Carissimi amici,

tornano gli appuntamenti in Italia con Mother India School.
Da giugno ad ottobre ripartiranno i laboratori individuali di fotografia con Shobha a Palermo, della durata di due e tre giorni.

LABORATORIO INDIVIDUALE: 2 GIORNI: (sabato e domenica)
Lettura Portfolio e
uscita fotografica a Palermo e dintorni. Realizzazione e editing del proprio progetto fotografico.

LABORATORIO INDIVIDUALE: 3 GIORNI:(da venerdì a domenica) 
Shobha vi aiuterà nella realizzazione del vostro progetto fotografico: street-life, reportage e portrait.
Il primo giorno Shobha visionerà il vostro portfolio approfondendo ogni singola foto, in seguito vi mostrerà diverse tipologie di progetti, facendovi scoprire l’importanza del ritmo narrativo.
Il secondo giorno vi accompagnerà a realizzare il proprio racconto nel luogo da voi indicato o insieme concordato.
Il terzo giorno si lavorerà sulla scelta delle immagini, sulla costruzione della sequenza della storia e sulla post-produzione.


INFORMAZIONI GENERALI E COSTI
Individuale - 2 giorni: 250,00 euro + 10,00 euro - quota associativa.
Individuale - 3 giorni: 400,00 euro + 10,00 euro – quota associativa.
NON INCLUDE spostamenti, pernottamenti e pasti.

Gli interessati dovranno compilare il modulo d’iscrizione, scaricabile dal sito:
www.motherindiaschool.it specificando la data del workshop prescelta e portare con sé una selezione in digitale o di massimo dieci stampe di foto singole o di progetti nel formato che preferite.


Per informazioni e prenotazioni:
www.motherindiaschool.it
Soraya Gullifa:
+39 388.1798681
sorayamotherindia@gmail.com

2017 INDIA - BENEDETTI DALLA DEA - WORKSHOP


Benedetti dalla Dea…
Udeu… Udeu…
Sciamane, devadasi, devote, guaritrici, lettrici di pietre, donne scalze, danzatrici, donne, madri, figlie, transessuali, eunuchi, un femminile che esplode sotto la prima luna piena di gennaio 2017 per venerare la dea madre Yellamma con incenso, frutta e dolci di riso, tra canti e danze in onore di Yellamma, in un rito propiziatorio e catartico.
Le carovane avanzano lente, sulla strada asfaltata, trainate da buoi con le zampe e le corna dipinte dai colori della dea, i pellegrini arrivano da tutta l’India, occupando la grande vallata intorno al tempio per tre lunghi giorni e notti sotto il sole cocente e una magica luna piena.



Per uscire dallo Stato di Goa è necessario il passaporto, il tragitto è molto vario si passa dalle montagne alle pianure, dalle foreste alle campagne coltivate, incontreremo piccoli villaggi abitati da contadini e artigiani senza tempo.
Dopo circa otto ore di viaggio con soste, raggiungeremo il piccolo villaggio di Saundatti, dove pernotteremo. Il fulcro del workshop e della celebrazione avverrà a pochi chilometri dal villaggio, per gli spostamenti, avremo a disposizione un mezzo privato con autista.
La seconda parte del workshop, sarà dedicata all’editing del progetto.
Lo spazio di lavoro sarà presso una struttura a Goa.
Consigliamo di arrivare a Goa, almeno due giorni prima dell’inizio del workshop.
Per chi fosse interessato a prolungare il proprio soggiorno a Goa, anche dopo il workshop, lo comunichi al momento dell’iscrizione e ci occuperemo della prenotazione degli alloggi.
Nel tempo libero è possibile dedicarsi allo yoga e alla meditazione, a corsi di cucina indiana, alla cura del proprio corpo con trattamenti ayurvedici.
Mother India School può organizzarvi gli appuntamenti.

WORKSHOP: durata 8 giorni –
1 ° G I O R N O
Giorno di accoglienza: secondo la data del vostro arrivo, all’aeroporto di Goa, troverete ad attendervi un taxi, organizzato da Mother India, che vi condurrà alla vostra Guest House.
9 GENNAIO – 2° GIORNO

Incontro con Shobha, presentazione del programma.
Lettura portfolio dei partecipanti. Shobha introdurrà il progetto della Yellamma, evidenziando alcuni degli aspetti pratici necessari alla realizzazione del progetto.
10 GENNAIO – 3° GIORNO

MATTINO: Partenza in macchina con autista per Saundatti. Pomeriggio arrivo e sistemazione in albergo. Primi sopralluoghi
Pranzo a sacco e cena di gruppo
11 GENNAIO – 4° GIORNO

Raggiungeremo i luoghi sacri in macchina, e da lì ci muoveremo a piedi entrando nel vivo della celebrazione. Saremo a fotografare dal mattino fino a tarda notte.
Pranzo e cena in loco
12 GENNAIO - LUNA PIENA - 5° GIORNO Celebrazione
13 GENNAIO - 6° GIORNO

Partenza per Goa, nel pomeriggio arrivo e sistemazione negli alloggi.
14 GENNAIO – 7° GIORNO
 Goa - Giornata libera da dedicare a se stessi.
15 – 16 GENNAIO – 8° GIORNO
Visione del lavoro, selezione delle foto per il progetto corale finale di scrittura e fotografia. Consegna attestati e cena finale di gruppo.
INFORMAZIONI GENERALI
Il costo del workshop è 900,00 euro + 10,00 euro quota associativa
Include:
· Taxi arrivo dall’aeroporto Dabolim di Goa alla vostra guest-house
· A/R viaggio Saundatti – Goa con mezzo privato e autista (durata viaggio circa otto ore)
. N° 3 pernottamenti in albergo e pasti a Saundatti

· Assistenza per la durata totale del workshop.
Il costo del workshop NON include:
. Taxi di ritorno verso l’aeroporto di Goa
· Biglietto aereo e visto
· Vitto e alloggio a Goa

· Tutti gli extra, le attività e gli spostamenti che esulano dal progetto.
ALLOGGI

Gli alloggi a Goa, sono situati in Guest House. Le camere sono pulite e confortevoli con o senza piano cottura.
AMMISSIONI:
Occorre possedere una macchina fotografica reflex digitale e un computer portatile.
- Si consiglia di portare con sé tutto l’occorrente per la fotografia digitale
- Schede di memoria, minimo due batterie corpo macchina
- Lettore di memory card per scaricare le immagini.
- Software Photoshop, per visualizzare ed elaborare le foto
- Hard disk esterno e Ciabatta elettrica
- Fotocopie di passaporto e visto, foto tessere per scheda telefonica indiana
Gli interessati dovranno compilare il modulo d’iscrizione scaricabile dal sito: www.motherindiaschool.it e portare con sé una selezione delle foto in digitale del vostro portfolio o di un vostro progetto.
Shobha: biografia
Per informazioni sul programma e prenotazioni: www.motherindiaschool.it
Soraya Gullifa:+39.3881798681
sorayamotherindia@gmail.com Skype: motherindiaphotography

- - -

date: 27-09-2016 09:17

tags: workshop, shobha, india, fotografia, viaggi,

url: permalink

2017_web_workshop_shobha_India.jpg

2016-17 NEPAL PROGETTI E FOTOGRAFIE D'AMORE - MOTHER INDIA SCHOOL




Kathmandu
Sulla strada per andare a Durbar Square, intorno ad un tempietto ci sono i nostri piccoli amici di strada che incontriamo spesso, sono bambini fuggiti dalla miseria, dalla violenza, spesso maltrattati da famiglie disastrate e spesso violentati. Arrivano dalle località più lontane, camminando per giorni … Dipendenti dalla colla che sniffano in continuazione, un solvente dannosissimo a base di toluene. I bambini di strada sono abbandonati a se stessi e si muovono in branco, la gente li evita e loro evitano la gente.

Noi di Mother India School, ci siamo offerte di trascorrere delle ore con loro, con l’intenzione di portare qualcosa di gioioso, attraverso il gioco della fotografia.
Li abbiamo visti sorridere per qualche ora e molti di loro si sono dimenticati di sniffare la colla, per fotografare… E alla fine un chai caldo e biscotti per tutti. Purtroppo dopo qualche giorno, abbiamo saputo che tutto il gruppo era stato caricato dalla polizia, non siamo riuscite mai a sapere dove fossero stati portati.

Fotografie di:
Govind – 11 anni
Ajay – 7 anni
Alok – 9 anni
Amar – 8 anni
Gautam – 10 anni
Amit – 9 anni
Dawa – 14 anni
Kishor – 13 anni
Sunil – 12 anni
Dibesh – 7 anni
Binod – 14 anni
Amit – 13 anni
Ravi – 12 anni

AMICI,
SOSTENETECI CON LA VOSTRA PRESENZA, ACCETTIAMO DONAZIONI E PICCOLE MACCHINE DIGITALI, ANCHE DI SECONDA MANO, PER REALIZZARE SEMPRE PIU’ PROGETTI D’AMORE E BELLEZZA, FINALIZZATI A PORTARE I BAMBINI DISAGIATI, IN UNO SPAZIO DI GIOCO E CREATIVITA.’
GRAZIE DI ESSERCI!

MOTHER INDIA SCHOOL – PROGETTI ITINERANTI
MONTE DEI PASCHI DI SIENA
IT 02 B 01030 04616 00000 1489230
Causale: “Donazione per Progetti e fotografie d’amore”

Kathmandu
On the way to go to Durbar Square, around a small temple there are our little friends of the road that we often encounter, are runaway children from poverty, violence, often mistreated by dysfunctional families and often abused. They come from distant localities, walking for days … Addicted to the glue that sniff all the time, a very harmful solvent toluene-based. Street children are abandoned to themselves and move in gang, people avoid them and they avoid people.
We at Mother India School, have offered to spend hours with them, with the intention of bringing something joyful, through the game of photography. We saw them smile for a few hours and many of them have forgotten about sniffing glue, to take pictures … And in the end a hot chai and biscuits for everyone. Unfortunately, a few days later, we learned that the whole group had been loaded by the police, we have never been able to know where they were taken.

Photographs by:
Govind – 11 years
Ajay – 7 years
Alok – 9 years
Amar – 8 years
Gautam 10 years
Amit – 9 years
Dawa – 14 years
Kishor – 13 years
Sunil – 12 years
Dibesh – 7 years
Binod 14 years
Amit – 13 years
Ravi – 12 years

FRIENDS,
SUPPORT US WITH YOUR PRESENCE, WE ACCEPT DONATIONS AND SMALL DIGITAL CAMERAS TO MAKE MORE AND MORE ‘PROJECTS OF LOVE AND BEAUTY, AIMED TO BRING THESE CHILDREN IN A SPACE TO PLAY AND CREATIVITY.

MOTHER INDIA SCHOOL – TRAVELLING PROJECTS
MONTE DEI PASCHI DI SIENA
IT 02 B 01030 04616 00000 1489230
Reason for payment: “Donation for Projects and love photographs”



https://www.youtube.com/embed/0JBVPJKSWeI

- - -

date: 01-03-2017 06:53

tags: PHOTOGRAPHY, MOTHERINDIASCHOOL, SHOBHA, NEPAL, PROJECT, ASIA,

url: permalink

001_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg002_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg003_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg004_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg005_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg006_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg007_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg008_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg009_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg010_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg011_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg012_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg013_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg014_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg015_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg016_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg017_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg018_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg019_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg020_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg021_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg022_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg023_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg024_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg025_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg026_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg027_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg028_2016_17_NEPAL_MOTHERINDIASCHOOL.jpg

2018 L'ALTRO SGUARDO FOTOGRAFE ITALIANE 1965-2018 8 GIUGNO - 2 SETTEMBRE

fotografe_italiane_Shobha.png

Una selezione di più di centocinquanta fotografie e libri fotografici, provenienti dalla Collezione Donata Pizzi, per conoscere le più significative fotografe italiane dalla metà degli anni Sessanta a oggi, tra queste Shobha.

Per maggiori informazioni - clicca qui


- - -

date: 07-10-2016 14:59

url: permalink

2016 WORKSHOP DI FOTOGRAFIA NELLA TENUTA REGALEALI INTERVISTA TRAVEL ON ART

Se siete alla ricerca di un workshop di fotografia in un luogo da sogno oggi abbiamo una bella notizia per voi: avete tempo fino al 27 agosto per iscrivervi a “Uno sguardo divino. Uno sguardo in ascolto”. Tenuto da due maestri di eccezione, Shobha ed Enrico Prada, questo workshop si terrà dal 6 al 10 settembre presso la meravigliosa Tenuta Regaleali, in provincia di Palermo...

LEGGI L'INTERVISTA COMPLETA

- - -

date: 14-08-2016 09:32

tags: Shobha, Enrico Prada, workshop, Sicilia, vino, natura, meditazione,

url: permalink

Shobha_EnricoPrada.jpg

2016 SICILIA - UNO SGUARDO DIVINO UNO SGUARDO IN ASCOLTO - WORKSHOP CON SHOBHA E ENRICO PRADA

MOTHER INDIA SCHOOL
Progetti itineranti

www.motherindiaschool.it
Dal 6 al 10 settembre 2016
TENUTA REGALEALI – SICILIA

IL WORKSHOP SI SVOLGERA’ DURANTE LA VENDEMMIA DELL’AZIENDA TASCA D’ALMERITA

Il vino come trait d’union tra natura e fotografia con Shobha e Enrico Prada, due poeti dell’immagine, che con il loro sguardo rendono l’ordinario, straordinario.
Il workshop nasce dallo speciale legame che unisce Shobha all’Azienda Tasca d’Almerita, legame che trae origine dal comune amore per l’arte e per la natura.
Il workshop è indicato a tutti gli appassionati della vita, della sensualità e della buona fotografia.
Saremo ospiti della Tenuta Regaleali, nella prestigiosa azienda vitivinicola siciliana, Tasca d’Almerita, una grande famiglia che da duecento anni ama questa terra e la cura, la coltiva, la feconda con grande sapienza.


Uno sguardo in ascolto.

“Le nostre fotografie nascono dallo sguardo. E dal corpo. Da tutto il nostro corpo, da tutti i nostri sensi.
In fotografia, guardare è un vero e proprio atto creativo e di scoperta. Un atto che nasce da noi,
dentro di noi. Perché entriamo in relazione con il mondo.
Questa nostra relazione con il mondo, però, è possibile solo se il nostro sguardo è pulito, libero. Libero da abitudini e automatismi che irrigidiscono lo sguardo.
Per questo abbiamo creato una serie di esercizi per ripulire lo sguardo, per togliere le incrostazioni che ne limitano le potenzialità.
Esercizi per espandere lo sguardo. Per guardare e sentire; guardare e annusare; guardare e toccare; guardare e immaginare; guardare e ascoltare …
Ascoltare la terra e il suono del vento tra i filari delle vigne. Ascoltare la voce delle nuvole o del sole e la memoria delle piante. Ascoltare l’acqua o l’energia di un grappolo d’uva. Catturare con lo sguardo in ascolto le loro storie.
Esercizi per ascoltare la Vita e imparare, così, a vedere le storie contenute nei gesti e nei volti degli uomini”.

Enrico Prada

Gli scatti più belli, saranno visibili sul sito dell’Azienda Tasca d’Almerita: www.tascadalmerita.it sul sito di Mother India School: www.motherindiaschool.it
e sul blog di Enrico Prada: https://lavaligiadivangogh.wordpress.com
Ogni partecipante donerà una selezione delle foto più belle del proprio lavoro, all’Azienda Tasca d’Almerita, in cambio della generosa ospitalità e accoglienza, in un luogo unico, di rara bellezza.
(I files, scelti che utilizzerà l’Azienda, rimarranno comunque di proprietà del fotografo).

NEWS WORKSHOP
Durata: 5 giorni /Posti disponibili: 7
1°giorno
8.30 Partenza da Palermo in pulmino privato
11.00 Arrivo alla Tenuta Regaleali.
Primo incontro con Shobha, Enrico Prada e Lorenzo Barbera, direttore Marketing di Tasca d’Almerita, che daranno il benvenuto a tutti i partecipanti, introducendo al gruppo, il progetto della vendemmia.
Visita della Tenuta Regaleali.
Pranzo offerto dall’azienda Tasca d’Almerita.
Primo pomeriggio: Visione degli ultimi lavori di Shobha e Enrico Prada.
Sera: Cena di benvenuto, offerta dall’azienda Tasca D’Almerita.

www.tascadalmerita.it
Tenuta Regaleali - Contrada Regaleali - 90020 Sclafani Bagni (PA
)

Informazioni fasi vendemmia:
Gli orari di raccolta vanno dalle 6:30 alle 11:00/12:00 in funzione delle temperature (più fa caldo, prima si termina la raccolta).
Man mano che l’uva è raccolta, gli operai la versano in carrelli che trasportano l’uva in cantina.
In cantina, dopo i controlli, l’uva viene pigiata e mandata nelle presse.
La pressatura separa il mosto dalle parti solide (bucce e vinaccioli), il mosto viene raffreddato e mandato a “riposare” nei serbatoi.
I partecipanti saranno liberi di fotografare le varie fasi della vendemmia, all’interno dell’azienda.
Shobha e Enrico vi aiuteranno a sviluppare un progetto poetico, anche attraverso esercizi, ritratti e passeggiate fotografiche, raccontando l’invisibile che accade dentro ognuno di noi.
Giornalmente secondo le attività degli operai, decideremo insieme al gruppo gli orari per visionare le foto e i racconti.
In una delle giornate del workshop è possibile organizzare un’escursione a Piazza Armerina.
Il costo dell’escursione non è incluso nella quota d’iscrizione al workshop.
Gli ultimi due giorni del workshop saranno dedicati alla selezione, editing e proiezione collettiva dei lavori.


INFORMAZIONI GENERALI:
Costo del workshop: € 800,00 + €10,00 (quota associativa)
INCLUDE:
- Viaggio in pulmino A/R Palermo - Tenuta Regaleali
- Vitto e alloggio (ospiti dell’azienda Tasca d’Almerita, in suite matrimonali a uso singolo o doppio, in un baglio ottocentesco, sulle pendici delle Madonie).
- Assistenza per la durata totale del workshop
- Servizio Wi-fi
Il costo del workshop NON INCLUDE:
- Viaggio e servizio transfer/aeroporto A/R Palermo
- Escursione a Piazza Armerina

AMMISSIONI:
Per potersi iscrivere al workshop è necessario possedere una reflex digitale e un computer portatile.
- Si consiglia di portare con sé l’occorrente per la fotografia digitale:
- Schede di memorie, lettore di memory card per scaricare le immagini.
- Software Photoshop per visualizzare ed elaborare le foto, hard disk esterno
- Ciabatta elettrica 


Gli interessati dovranno inviare via e-mail un breve curriculum vitae, una selezione di dieci immagini tra le più belle del proprio lavoro. 
Termine ultimo per l’iscrizione al workshop è il 15 agosto 2016.
Il modulo d’iscrizione è scaricabile dal sito www.motherindiaschool.it
Si ringrazia Lorenzo Barbera, direttore marketing dell’Azienda Tasca d’Almerita e tutto lo staff dell’Azienda Tasca D’Almerita, che hanno reso possibile questo evento.

Shobha: www.shobha.it

Per informazioni sul programma e prenotazioni:
Soraya Gullifa: 347.0942890 / 388.1798681
sorayamotherindia@gmail.com
www.motherindiaschool.it



- - -

date: 12-07-2016 15:50

url: permalink

2016_WEB_CARD_WS_FOTOGRAFIA_SHOBHA_ENRICOPRADA.jpgweb_Tenuta_Regaleali1.jpgweb_Tenuta_Regaleali_6.jpgweb_Tenuta_Regaleali_5.jpgweb_Tenuta_Regaleali_1.jpgweb_Tenuta_regaleali_4.jpgweb_Tenuta_Regaleali_8.jpg

2016 PALERMO - LETTURE PORTFOLIO

L’associazione Église ha organizzato un’occasione unica per i fotografi professionisti e non, un’intera giornata dedicata alla lettura portfolio con Shobha Battaglia, Enrico Prada ed Efrem Raimondi.
L’obiettivo di questa giornata è quello di poter ricevere suggerimenti e indicazioni su come sviluppare il proprio lavoro fotografico.

Modalità di partecipazione:

QUANDO
domenica 26 giugno 2016, ore 9:30 – 12:30 | 15:30 – 19:30

DOVE
Église
via dei Credenzieri, snc
Palermo

Per informazioni e prenotazioni…

La prima lettura portfolio di Église sarà tenuta da Shobha.

Dagli inizi degli anni Ottanta, lo sguardo fotografico di Shobha è sempre stato volto ai temi sociali, con una profonda attenzione verso il mondo femminile, lavorando con testate nazionali ed estere.
Da anni vive tra l’Italia e l’Asia, dove ama cogliere con la fotografia e il video, storie poetiche e di denuncia.
In Asia porta avanti le attività dell’associazione Mother India School – progetti itineranti, collaborando con un gruppo di donne e varie ONG. Ultimamente ha introdotto la meditazione nei suoi workshop.

www.shobha.it
www.motherindiaschool.it

- - -

date: 18-05-2016 21:35

url: permalink

2016_web_copyright_Soraya_Gullifa_IMG_5849.jpg

search
pages
Share
Link
https://www.shobha.it/news-d
CLOSE
loading